Via Stretta: intervengono i quartieri


Scritto da administrator | domenica, 24 gennaio, 2016


Vota Articolo:
1 Voti



Casazza, San Bartolomeo, Prealpino e Stocchetta intervengono sulle ultime novità in tema di viabilità

In merito alla vicenda legata al nuovo breve tratto in ‘senso unico’ di via Stretta, a questo punto, dopo raccolte di firme, appelli televisivi e quant’altro, ci pare opportuno, quali portavoce dei cittadini dei nostri quartieri (oltre 12.000 residenti), puntualizzare, a fini informativi , alcuni aspetti di merito della questione.

Recentemente in zona, a seguito di una delibera già assunta da tempo, abbiamo dovuto accollarci un nuovo significativo sito industriale proveniente dalla Valle Trompia, inoltre prossimamente ci sarà un ulteriore incremento di traffico leggero dovuto all’ insediamento del Liceo Carli. Le nostre perplessità e preoccupazioni sono state in parte lenite da un accordo di attenzione/mitigazione tra la proprietà dell’ Azienda e l’Amministrazione Comunale. Tale insediamento porta con sé i rischi di un ulteriore incremento del traffico pesante, già significativo, a causa del sussistere di importanti siti produttivi (in primis Ori Martin e Palazzoli oltre altri di minore dimensione). Il citato accordo ha previsto la realizzazione della bretella, già realizzata, per l’indirizzo verso sud (via tangenziale ) del traffico riveniente dal nuovo sito e, quanto meno, dal punto produttivo ‘Valledoro’.

A seguito di tale circostanza, ed a seguito di proposte espresse dai nostri CDQ in più di un’ occasione circa la necessità di misure a mitigazione dei flussi di traffico in attraversamento nei nostri quartieri (a tutela dell’interesse alla salute ed alla sicurezza stradale di tutti i cittadini ed in particolare dei cittadini dei nostri quartieri per il reindirizzo di tali flussi sulle principali vie di accesso alla città), la nostra Amministrazione, oltre ad altre misure realizzate e da realizzare (dissuasori. zone 30 km, messa in sicurezza di tratti di arterie interne – ved. Via Tirandi), ha deciso l’intervento al centro dell’attenzione e delle polemiche di questi giorni.

Per chi non fosse informato o vive in quartieri o paesi che non presentano tali problematiche ai margini della città, ricordiamo che i nostri quartieri sono interessati (fonte uffici comunali) dal transito di ben 34mila veicoli/giorno su tangenziale Montelungo, 55mila veicoli/giorno su via Triumplina e 11mila veicoli/giorno su via Stetta/Tirandi, con evidenti problemi di sicurezza stradale ed inquinamento da polveri sottili e gas di scarico di automobili.
Per questi motivi riteniamo del tutto condivisibile l’iniziativa della nostra Amministrazione, certo migliorabile con disponibilità e volontà di confronto e dialogo (come dimostrato dall’istituzione di un tavolo di lavoro), per fronteggiare questa situazione pur con l’intenzione di mitigare il più possibile i disagi di chiunque viene direttamente o indirettamente interessato da questo cambiamento.
La scorsa settimana abbiamo partecipato ad un incontro con l’Assessore Manzoni, durante il quale sono state prese in esame alcune ipotesi migliorative nella ferma intenzione di mantenere l’iniziativa assunta (con ulteriore deroga per i mezzi agricoli) considerando proposte e suggerimenti che possano lenire disagi, non pure e semplici scomodità, che peraltro interesseranno inevitabilmente anche cittadini dei nostri quartieri. Tutto ciò nella consapevolezza di un intervento certamente non risolutivo ma certamente migliorativo dell’attuale situazione ormai al limite di tollerabilità.
I nostri Consigli di quartiere seguiranno con cura la vicenda come protagonisti attivi e partecipi. Abbiamo ben presente che considerazioni quali scorrevolezza e velocità della mobilità cedono il passo di fronte a questioni strettamente legate alla salute ed alla qualità della vita delle quali peraltro ci stiamo occupando con beneficio di tutti coloro che vivono nella nostra zona.
Questo è quanto ci premeva comunicare nell’auspicio e con l’intenzione di sostenere soluzioni ‘intelligenti’ e rispettose dei diritti e delle aspettative di tutti i portatori d’interesse.

Per il Consiglio di Quartiere Casazza - Emanuela Gobbi – Presidente
Per il Consiglio di Quartiere San Bartolomeo - Michelangelo Ventura – Presidente
Per il Consiglio di Quartiere Villaggio Prealpino/Stocchetta - Severino Citroni – Presidente  


Commenti