Piaci: eletto il nuovo Consiglio


Scritto da administrator | lunedì, 23 novembre, 2015


Vota Articolo:
0 Voti



L'elezione ieri al termine dell'assemblea.

L’assemblea di ieri consegna a Piattaforma il nuovo direttivo che la porterà alle prossime elezioni. Gli eletti sono: Francesco Onofri, Francesca Sessi, Alberto Arenghi, Stefano Bonera, Giulio Tomaselli, Antonio Chiroli, Grazia Rinaldis, Marilisa Concas, Rosangela Formenti, Francesco Corbetta, Simona Tucci Bronzuoli, Daniela Amadori, Giuseppina Turra, Nico Donda, Giovanni Salvi, Marco Cillis.

L’assemblea è stata l’occasione per il fare il punto della situazione e far luce sul futuro politico di Piattafoma.
Il presidente dimissionario, Francesca Sessi, ha ricordato lo scopo del suo mandato breve: alleggerire Francesco Onofri, già molto impegnato a livello istituzionale, e consolidare la crescita di Piattaforma, con presenze significative sul territorio (i pranzi itineranti in città, la nuova sede, l’evento Super Maddalena).
Ricorda il presidente anche i 16 eletti ai consigli di quartiere, esperimento di partecipazione che non poteva non trovarci pronti.
Insieme al vice presidente Alberto Arenghi afferma che i prossimi anni saranno di grande impegno, vista la ferma intenzione di proseguire nel lavoro puntuale di attenzione alla città, che ci vede già impegnati nella definizione di un progetto concreto, ma lungimirante.
L’intervento di Francesco Onofri illustra la posizione ormai assunta in Consiglio Comunale: Piattaforma è minoranza, però sempre libera, indipendente e costruttiva. Possiamo così fare fronte compatto con gli altri partiti della minoranza, come approvare alcuni provvedimenti della maggioranza se non si allontanano dai nostri valori fondanti.
La prospettiva concreta per il 2018 non c’è ancora e bisogna considerare ill fatto che un’avventura civica per avere forza non può essere solitaria.
Le idee non mancano, anzi Giulio Tomaselli ha illustrato per grandi linee il progetto di Piattaforma che, partendo dall’idea di ridefinire la proprietà delle quote di A2A, mira a recuperare i fondi per rivedere il PGT sulla base di due osservazioni, il calo demografico e la ricchezza di infrastrutture, e rendere più attrattiva la città.
Il progetto sarà presentato alla città in un apposito evento, che rappresenta il primo impegno di una lunga serie del nuovo direttivo.

E’ chiaro che ci vorrà molta dedizione, a tutti buon lavoro.


Commenti