Le proposte di PiaCi per il Bilancio


Scritto da administrator | sabato, 17 dicembre, 2016


Vota Articolo:
1 Voti



Piattaforma Civica ha presentato 5 emendamenti al Bilancio, eccoli nel dettaglio.

Sono giorni intensi, il bilancio di previsione del Comune deve essere approvato entro la fine dell'anno.

Le scelte che si faranno nel 2017 vengono delineate in forma quasi definitiva.

Del resto, il bilancio è lo strumento con cui il Comune programma le attività e i servizi per l’anno successivo. E' in esso che vengono indicate le entrate e le uscite a secondo delle necessità e delle priorità che si intendono dare.

Qualora i consiglieri individuino progetti che ritengono importanti e necessari per la collettività, hanno la facoltà di presentare degli emendamenti, cioè di proporre delle variazioni al bilancio

Anche quest'anno il gruppo Piattaforma Civica ha presentato emendamenti.

Il primo contiene la proposta che Piattaforma Civica porta avanti da tre anni: formare giovani dipendenti comunali con corsi specifici, per poter accedere ai bandi europei e poter così intercettare le risorse economiche che vengono dall'Europa, perché i soldi dell'Europa sono anche soldi nostri che versiamo con le nostre tasse.

Il secondo emendamento e il terzo sono discorsivi, sono cioè variazioni al DUP (Documento unico di Programmazione) In essi chiediamo al Comune di assumersi degli impegni.

Abbiamo a cuore le realtà presenti sul territorio, ci rendiamo conto di quanto impegno stiamo chiedendo ai Consigli di quartiere e alle associazioni con la consapevolezza che lavorano su moltissimi fronti e con pochissime risorse, e proprio per questo nel secondo emendamento chiediamo al Comune che venga “garantita la concessione di locali in comodato d’uso gratuito in via continuativa con utenza telefonica e internet gratuita per i consigli di quartiere e/o i punti punti comunità che annoverino al loro interno associazioni accreditate del terzo settore che eroghino servizi e/o beni in progetti condivisi”.

I giovani sono il futuro di questa città e la richiesta che abbiamo fatto attraverso il terzo emendamento è che anche attraverso i punti comunità si affrontino approcci mirati ed individualizzati, per prevenire la “povertà educativa”, quel disagio fisico, psichico economico che è presente anche in molte famiglie italiane e che impedisce ai più piccoli di accedere a percorsi formativi (sport, musica, attività ricreative che aiutano a crescere.
Abbattere il tasso di dispersione scolastica under 20, perché i tassi di abbandono scolastico nella nostra provincia sono allarmanti
Attivare indipendenza economica under 29. Servono atti che permettano al post diplomati e neo laureati di mettersi nel mondo del lavoro sul territorio percependo compensi che li rendano autonomi e in grado di affrontare il futuro.

Abbiamo chiesto di scrivere espressamente che l' Amministrazione Comunale e le Istituzioni Scolastiche condividano finalità e percorsi comuni per raggiungere tali obiettivi. A tal scopo è opportuno accedere anche per questo obiettivo ai fondi che l'Europa mette a disposizione tramite il Fondo Sociale Europeo.

Nel quarto e nel quinto emendamento, si chiede di recepire per iscritto l'invito dei revisori dei conti a razionalizzare la spesa corrente, sia per quanto riguarda l'amministrazione comunale (emendamento quattro), sia per le società controllate (emendamento cinque).

Gli emendamenti hanno ricevuto parere positivo, verranno discussi in Consiglio Comunale il 20 dicembre.

Piattaforma Civica lavora progetta, propone, collabora, pensando ai difficili momenti che viviamo, pensando ai giovani inoccupati, pensando alla formazione dei ragazzi e dei bambini, tenendo conto della grande generosità dei bresciani impegnati nel terzo settore, cercando di tenere unita la comunità e le fragilità, utilizzando le forze e le risorse che rimangono disponibili.

 


Gli emendamenti »

Commenti